NATIONAL GALLERY LONDRA, VERMEER GIOVANE DONNA IN PIEDI ALLA SPINETTA

Durata file audio: 2.32
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ora ti parlerò della Giovane donna in piedi alla spinetta, opera di uno dei più grandi pittori olandesi del ‘600, Jan Vermeer. I suoi quadri, eseguiti con lentezza e cura meticolosa, sono rarissimi: in tutto il mondo se ne contano soltanto trentacinque. Jan Vermeer era nato a Delft nell’Olanda meridionale, ed è celebre per i suoi interni di vita domestica, raffiguranti spesso giovani donne che conducono un’esistenza serena, colte in momenti privati e solitari.

La tela raffigura una fanciulla in piedi vicino a uno strumento a tastiera, sovente suonato dalle donne. La ragazza indossa un abito elegante, con un corsetto azzurro, maniche gialle a sbuffo e le finiture decorate da perline e nastri. Dall’acconciatura raccolta in uno chignon escono riccioli che scendono liberi sulla fronte.

Fai scorrere lo sguardo nella stanza, soffermandoti sui dettagli dell’arredamento. Dal pavimento a piastrelle di marmo bianco e nero con il battiscopa fatto di ceramiche bianche e azzurre si direbbe la casa di una persona facoltosa. Dalla finestra a sinistra entra una fresca luce diurna, che va a definire con estrema precisione ogni dettaglio. Sulla parete in fondo vedi riprodotti due dipinti: un paesaggio inquadrato in una cornice dorata e un Cupido che ha in mano una carta da gioco. Quest’ultimo è stato interpretato come simbolo d’amore e di fedeltà a un unico amante. E in effetti, mentre tocca i tasti della spinetta, la giovane guarda fuori dal dipinto, come se aspettasse qualcuno, magari la persona che era seduta sulla sedia in primo piano… D’altronde sembra anche guardare fuori dal dipinto, verso di te che la stai guardando, come per coinvolgerti in un dialogo silenzioso e misterioso.

Del resto, tieni presente che la musica era un soggetto legato al tema erotico, e molto rappresentato nella pittura olandese del periodo. Era considerata “cibo dell’amore”, costituiva uno svago per le classi borghesi e rappresentava sia l’armonia sia il senso della transitorietà dell’esistenza. Se sei in vena di confronti, dopo aver ammirato questo dipinto cercane un altro, sempre di Vermeer qui alla National Gallery, in cui è ritratta una giovane alla spinetta, ma seduta.

 

CURIOSITÀ: Un altro dipinto famosissimo di Veermer intitolato La ragazza con l'orecchino di perla, ha ispirato addirittura un romanzo poi diventato un film!

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su