TOMBE MING, VIA SACRA INTRODUZIONE

Durata file audio: 2.48
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Tatiana, la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto a una delle meraviglie del mondo: le Tombe Ming, dove sono sepolti tredici imperatori della dinastia Ming e le loro consorti.

Devi sapere che quando Zhu Di, o Yongle, il terzo imperatore della dinastia Ming, trasferì la capitale a Pechino, cercò un sito vicino alla città dove costruire la sua tomba. Affidandosi ai principi del Feng Shui, scelse la valle ai piedi del monte Tianhou, perché era convinto che queste montagne avrebbero tenuto lontani gli spiriti maligni e i venti malvagi che scendevano da nord. Così nel 1409 fece edificare a Changling il suo mausoleo e, nei successivi 230 anni, anche gli altri dodici imperatori Ming seguirono il suo esempio.

Queste magnifiche tredici tombe si estendono per ben 40 chilometri quadrati sui due lati della Tomba di Changling, disposte a forma di ventaglio, fatta eccezione per la Tomba di Siling, che si trova discosta.

Devi però sapere che solo le tombe di Changling, di Dingling e di Zhaoling sono aperte al pubblico.

Una suggestiva strada lunga ben 7 chilometri, chiamata Via Sacra, attraversa la necropoli. Si apre con un cancello costituito da tre archi, dipinto di rosso, chiamato la "Grande Porta Rossa”. Questa è preceduta da un enorme arco commemorativo in pietra, costruito nel 1540, durante la dinastia Ming, uno dei più grandi archi di pietra della Cina.

Poco dopo l’ingresso attraverserai un padiglione che contiene lapidi. Qui puoi vedere una statua in pietra a forma di tartaruga, del peso di 50 tonnellate, che raffigura Bixi, un figlio del dragone cinese, che trasporta una lapide commemorativa. Quattro pilastri in marmo bianco, che reggono ciascuno una bestia mitica, sono posizionati in ogni angolo del padiglione.

La strada è fiancheggiata da statue di guardiani con le sciabole, statue di funzionari e da 18 coppie di meravigliose sculture in pietra di animali mitici, tutte ricavate da pietre intere. Il percorso si chiude con tre arcate chiamate La Porta del Drago e della Fenice.

 

Curiosità: All’inizio della strada avrai certo notato quattro pilastri, scolpiti con disegni di nuvole. Un po’ come i fari che indicano la via, questi avevano il compito di   guidare l'anima del defunto verso il cielo.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su