DEUTSCHES HISTORISCHES MUSEUM, PRESENTAZIONE

Durata file audio: 2.43
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Alessandro, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo, il Deutsches Historisches Museum.

 

Il Deutsches Historisches Museum è la più ampia ed esaustiva raccolta di oggetti e documenti storici tedeschi.

Il Museo si trova in quello che una volta era il vecchio arsenale della città, uno dei più importanti edifici barocchi del nord della Germania. La prima pietra fu posta da Federico III di Brandeburgo, il 28 maggio 1695. I lavori durarono 35 anni e videro la partecipazione di tre dei maggiori architetti dell’epoca.

 

Da armeria, l’edificio venne trasformato in Museo dell’Esercito nel 1871.

Solo nel 1987, in concomitanza con i 750 anni di fondazione di Berlino, venne presa dalla Germania dell’Est la decisione di fornire il museo di una più ampia raccolta rispetto alla sola collezione di armi. Il maggior arricchimento si è avuto però dopo la riunificazione della Germania e la collezione è stata completata nel 2006.

 

Se sei un appassionato di storia, questo è il museo che fa per te. Se, invece, sei un semplice curioso, non resterai comunque deluso dai numerosi reperti davvero singolari qui conservati.

Dipinti, sculture, armature, abiti, libri rari, aratri, scatole, dischi, film, monete e persino giocattoli e gadget ricostruiscono le principali tappe della storia tedesca.

Puoi vedere il cappello di feltro e la spada di Napoleone Bonaparte a Waterloo, come una bambola dell’Ottocento; una corazza medievale, come la T-shirt coi Sex Pistols diventata simbolo giovanile della Berlino degli anni Ottanta; una bicicletta di duecento anni fa, come la maschera che si usava per evitare il contagio della peste.

 

Nel 2003 al Palazzo è stato aggiunto un edificio avveniristico progettato dall’architetto cinese naturalizzato americano Ieoh Ming Pei, lo stesso che ha disegnato la piramide del Louvre a Parigi. È una sorta di lumacone di vetro che si raggiunge attraversando il cortile interno, ed è destinato alle mostre temporanee.

 

Ti saluto con una curiosità: Il reperto più curioso è un mappamondo che in epoca nazista era collocato nell’ufficio Affari Esteri. È stato ritrovato con fori di proiettili sparati tutti sul disegno della Germania.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su