LE MERAVIGLIE A TAVOLA CINQUE TERRE, INTRODUZIONE

Durata file audio: 2.43
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Alessandro, la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ai sapori della cucina spezzina e delle Cinque Terre.

Qui potrai assaggiare numerose specialità che utilizzano prodotti tipici della zona.

Gli antipasti sono soprattutto di mare e comprendono le acciughe di Monterosso servite crude con un battuto d’aglio, prezzemolo e olio di oliva, le lumache di mare, stufate nel pomodoro, l’insalata di polpo e patate con olive e capperi, e soprattutto i muscoli, il nome locale delle cozze, preparati alla marinara cioè scottati con aglio e prezzemolo. Le cozze sono allevate nel golfo, come anche le ostriche che ti consiglio assolutamente.

In aggiunta puoi scegliere tra numerose torte salate, di verdura o di riso, o provare gli sgabei, pasta lievitata e fritta accompagnata da formaggio stracchino e salumi.

Tra i primi di mare sono immancabili gli spaghetti allo scoglio, ovvero con cozze e vongole, e specialmente ai muscoli, cioè con un ragù di cozze tritate e salsa di pomodoro.

Il piatto più famoso sono però i testaroli, piadine cotte su una larga teglia di terracotta, bollite e condite con sugo di noci, o al pesto, cioè con basilico, aglio, pinoli, olio di oliva, formaggio parmigiano e pecorino.

Un’altra specialità è la mesciua, una zuppa di grano, fagioli cannellini e ceci. Ti consiglio anche i ravioli con la borragine: una pasta quasi trasparente, ripiena di carne, formaggio e borragine, un’erba della zona.

Tra i secondi di pesce, oltre alla frittura mista o alle grigliate, non puoi perderti i muscoli ripieni: riempiti di cozze tritate, pane, prezzemolo, aglio, formaggio e mortadella e cotti nel pomodoro. Trovi anche le triglie al cartoccio oppure le acciughe ripiene: con pane, uova e formaggio, cotte al forno.

Come alternativa ti segnalo il coniglio alla cacciatora, stufato in bianco con le olive, o i panigacci, delle piadine cotte, servite con stracchino e salumi. Oppure la farinata, una torta sottilissima di farina di ceci e acqua, cotta nel forno a legna.

 

Curiosità: Un tempo i poveri andavano a raccogliere al porto quello che si perdeva nello scaricare i cereali secchi dalle navi e così è nata la mesciua

Che dire… Buon appetito!

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su