MUSEO POLDI PEZZOLI, INTRODUZIONE

Durata file audio: 2.51
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Emiliano, la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita del museo Poldi Pezzoli.

Il museo Poldi Pezzoli è uno dei musei più seducenti di Milano!

 

Devi sapere che nell'Ottocento ci furono diversi collezionisti milanesi che decisero di aprire al pubblico le loro abitazioni: se il bel tempo te lo permette puoi fare una bella passeggiata nel centro di Milano e approfittarne per prendere un biglietto che ti dà accesso alle quattro case-museo più importanti della città.

La prima e più affascinante di queste resta senza dubbio la casa-museo Poldi Pezzoli, che si trova a pochi passi dal Teatro alla Scala, sul lato destro di via Manzoni. Se ci vaidi mercoledì, dalle 6 alle 10 di sera, puoi anche prendere l’aperitivo!

L'ingresso è nel cortile, ma non dimenticare di dare anche uno sguardo al bel giardino privato sul retro del palazzo.

La storia del giovane aristocratico liberale Gian Giacomo Poldi Pezzoli è appassionante come un film: fu condannato dal governo austriaco all’esilio e alla confisca dei beni per avere partecipato alle rivolte per l'indipendenza. Poi riuscì a tornare a Milano ed a rientrare in possesso del palazzo di famiglia, dove decise di vivere il resto della vita circondato da bellezze artistiche. Comperò grandi capolavori di pittura e ogni sorta di oggetti preziosi, e chiamò una squadra di arredatori, ebanisti, pittori e scenografi e fece allestire la sua casa come una scenografia teatrale.

Il grande salone principale è una sfilata di capolavori: Piero della Francesca, Mantegna, Raffaello, Pollaiolo, Botticelli, Giovanni Bellini… ma anche la saletta dedicata alla lettura di Dante (il poeta nazionale, che andò in esilio per la libertà) è un raffinato gioiello di diverse tecniche decorative.

Alla morte del padrone di casa, avvenuta a cinquantasette anni non ancora compiuti, si aprì il testamento in cui era scritto che l'abitazione doveva diventare un museo “ad uso e beneficio pubblico, in perpetuo”.

Ancora oggi, nell'ammirare le opere d'arte, puoi sentire l’atmosfera e il fascino di un grande appartamento, dove senti scricchiolare il parquet, parli sottovoce, ascolti affascinato la fontana con i pesci rossi che sta alla base della scalinata.

Ne hai, qui, di tesori da scoprire: tappeti favolosi, antichi orologi, porcellane finissime, e la straordinaria sala dell’armeria, progettata dal famoso sculture Arnaldo Pomodoro.

 

CURIOSITÀ: Tra le tante iniziative patriottiche di Gian Giacomo Poldi Pezzoli, la più famosa fu lo sciopero del fumo: riuscì a convincere i milanesi a non comprare più tabacco e non giocare più al lotto, causando un gran danno alle finanze austriache.

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su