PIAZZA PLEBISCITO, Palazzo Reale Interno

Durata file audio: 2.39
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Sei pronto per la visita del Palazzo Reale? Ti aspettano non solo sale e saloni degni di un re, ma anche opere d’arte di grande qualità. Lo stile delle decorazioni corrisponde alle tre epoche principali nella storia del palazzo: luogo di rappresentanza per i viceré a partire dal ‘600, poi appartamento privato dei Borbone e di Gioacchino Murat tra il ‘700 e ‘800, e infine residenza dei Savoia. Proprio qui nacque Vittorio Emanuele III, il re d’Italia che avrebbe regnato più a lungo, dal 1900 fino a dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Come vedrai, lo stile prevalente è il neoclassico, ma con molti ottimi dipinti del ‘600 e vari mobili e arazzi provenienti da Parigi e da Parma.

L’appartamento reale lo raggiungi dal cortile d’onore, salendo il sontuoso scalone, che fu rinnovato a metà dell’800 dopo che il palazzo fu devastato da un incendio. I marmi di cui è rivestito lo scalone non sono un semplice abbellimento decorativo, ma hanno un valore simbolico: infatti provengono solo da cave del Regno delle Due Sicilie.

In cima allo scalone troverai un corridoio che gira tutto intorno al cortile e ti dà accesso alle diverse parti: l’appartamento privato dei sovrani, il teatrino di corte, la cappella, e così via.

Il percorso comprende ben trenta ambienti monumentali arredati. Fra i più accattivanti ti segnalo, seguendo il tuo ordine di visita, il delizioso Teatrino di Corte, realizzato a metà del ‘700; l’ottocentesca Sala del Trono; la Sala del Gran Capitano, con un ritratto attribuito a Tiziano e lo studio personale del re, arredato coi mobili parigini realizzati per Napoleone.

Nell’appartamento della regina, dedica particolare attenzione alla Sala dei Paesaggi, e al Primo salotto della regina, entrambi con ottimi dipinti del ‘600.

La visita si conclude con il vasto Salone d’Ercole e con la Cappella Palatina, in cui vedrai una specialità napoletana: un grande presepe con oltre 300 statuette.

 

CURIOSITÀ: Nell’Appartamento delle Feste, realizzato intorno a metà ’800 in un’ala del palazzo Reale, puoi visitare la Biblioteca Nazionale, ricca di circa due milioni di volumi, fra cui rotoli di papiro veramente inestimabili e delicatissimi: infatti sono stati ritrovati carbonizzati in una villa di Ercolano che fu sommersa dalla famosa eruzione del Vesuvio nel 79 dopo Cristo!

Finisce qui la nostra visita di Piazza del Plebiscito a Napoli. MyWoWo ti ringrazia e ti dà appuntamento a un’altra Meraviglia del Mondo.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su