PALAZZO DEI NORMANNI E CAPPELLA PALATINA, SALA RUGGERO

Durata file audio: 3.03
Italiano Lingua: Italiano

La piccola Sala di Ruggero è la più bella del palazzo e conserva ancora la sua magnifica decorazione normanna.

La parte inferiore delle pareti è rivestita da lastre di marmo con inserti a mosaico.

I mosaici del soffitto sono contemporanei a quelli della Cappella Palatina, ma stilisticamente sono differenti. Sebbene presentino influenze persiane e si possano vedere numerosi arabeschi, si pensa siano stati eseguiti da maestri occidentali. Rappresentano alberi e animali molto stilizzati, creature fantastiche e scene di caccia, su fondo oro.

I pavoni ritratti sono simbolo di eternità e, quando raffigurati mentre si abbeverano da un vaso, simboleggiano la salvezza cristiana. I leoni invece rappresentano la forza e la regalità, mentre i leopardi ricordano gli animali esotici che i sovrani tenevano in segno di prestigio. Infine le scene di caccia celebrano il principale svago dei nobili. L’insieme crea un’atmosfera fiabesca.

I mosaici della volta, con figure di animali veri e fantastici, inseriti in un complesso gioco di incroci decorativi, risalgono alla successiva epoca di Federico II, che aveva come emblema l’aquila imperiale che puoi vedere ritratta al centro. Tutto l’insieme ricorda le decorazioni di un prezioso tessuto orientale.

Fai attenzione al curioso disegno del piano del tavolino in bronzo: si tratta in realtà di una sezione di un albero pietrificato risalente al 1800.

Tra le numerose sale del Palazzo ti segnalo il grande Salone di Ercole che serviva alle adunanze della corte e che fu trasformato nel Cinquecento. Ci sono due meravigliosi affreschi del 1799 di Giuseppe Velasco, l’Apoteosi di Ercole e le Dodici fatiche di Ercole dipinte a monocromo, cioè con un solo colore, per imitare i bassorilievi in pietra. Dal 1947 in questa sala si riunisce l’Assemblea Regionale della Sicilia.

Non perderti infine la Stanza del Tesoro nella Torre Pisana. Pensa, puoi ancora vedere, incassate nei muri, le anfore dove venivano depositate le monete e la grande pietra sulla quale venivano coniate.

 

 

Curiosità: nel 1791 sulla sommità della Torre Pisana venne collocato l’Osservatorio astronomico e dal suo potente cannocchiale fu scoperto Cerere, il più grande asteroide del sistema solare.

Finisce qui la nostra visita al Palazzo Normanno. MyWoWo ti ringrazia e ti dà appuntamento a un'altra Meraviglia del Mondo!

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su