SAN CATALDO, PRESENTAZIONE

Durata file audio: 2.51
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Alessandro la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto a una delle meraviglie del mondo: la Chiesa di San Cataldo, capolavoro di sobrietà normanna.

La piccola Chiesa di San Cataldo si affaccia su Piazza Bellini, che in età normanna era il centro civico della città col nome di Piano di San Cataldo o della Corte.

L’edificio fu probabilmente costruito verso il 1154 dal Grande Ammiraglio del Regno Majone di Bari, successore di Giorgio di Antiochia, l’uomo più potente del regno dopo il re Guglielmo I.

Majone era originario della Puglia e infatti la chiesa è una piccola basilica a tre navate di tipo pugliese, molto differente dalla vicina Martorana a croce greca. Nel 1182 fu ceduta da Guglielmo II ai monaci benedettini dell’Abbazia di Monreale, ai quali appartenne fino al 1787, quando gli edifici annessi furono purtroppo trasformati in uffici postali.

Nel 1884 l’architetto Giuseppe Patricolo la restaurò secondo il gusto dell’epoca, che cercava di recuperare le illustri tracce dell’architettura medievale cancellando tutto quello che apparteneva ad altre epoche. Patricolo tentò di riportarla al suo aspetto originale, ma nello stesso tempo la isolò completamente dal contesto circostante. 

Il primo elemento che noti sono le tre piccole cupole semisferiche, tutte identiche, che costituiscono il coronamento, ovvero la parte superiore, dove si aprono le finestre con grate in pietra. Sono molto rialzate e dipinte di un inconfondibile colore rosso, che non trovi solitamente nelle chiese.

L’esterno colpisce per i volumi squadrati e le forme molto semplici, ritmate dagli archi. La cornice in cima alle facciate è ornata di un motivo che sembra quasi un prezioso ricamo: è ispirato dal gusto islamico, di cui rimasero molte tracce in Sicilia dopo la conquista normanna.

L’interno è a tre navate divise da sei colonne recuperate da edifici romani. La navata centrale, dominata dalle perfette geometrie delle tre cupole, è più alta. La chiesa, pur essendo di dimensioni estremamente raccolte, solo 10 metri x 7, è un capolavoro di armoniosa essenzialità.

 

Ti saluto con una curiosità: la chiesa attualmente appartiene all'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, il più antico degli ordini religiosi nati a tutela del Santo Sepolcro di Gerusalemme all’epoca delle Crociate.

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su