PIAZZA DI SPAGNA, SCALINATA

Durata file audio: 2.31
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Emiliano, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita di Piazza di Spagna.

Piazza di Spagna è uno dei luoghi più scenografici di Roma!

La piazza in cui ti trovi adesso, magari sulla celeberrima scalinata di Trinità dei Monti, prende nome dal palazzo che ancora oggi ospita l’ambasciata di Spagna presso la Santa Sede, e si stende ai piedi della collina del Pincio, al termine della elegante via Condotti. La sua fantastica scenografia fa da cornice a spettacoli, sfilate di moda, eventi mondani, decorazioni floreali.

Devi sapere che la struttura attuale di questa zona cominciò a delinearsi nel ‘500, quando fu costruita la chiesa francescana di Trinità dei Monti, con i suoi due campanili gemelli. Davanti alla facciata svetta un obelisco egizio che vi fu fatto collocare dal papa verso la fine del ’500.

Il problema era che per andare da piazza di Spagna alla cima della collina, dove sorgevano la chiesa e la vicina Villa Medici, c’erano soltanto due scomodi sentieri.

La decisione di costruire la scalinata fu presa nel 1660, ma i lavori cominciarono soltanto sessant’anni dopo, per ordine esplicito del papa. Dopo un concorso fra architetti, fu scelta la soluzione che hai sotto gli occhi: un’ampia scalinata composta da dodici rampe in travertino, per un totale di 135 gradini, e decorata da terrazze-giardino. Osserva come l’alternanza tra rampe e balconate, che si susseguono a serpentina, dividendosi e riunendosi, crea un movimento scenografico ed estremamente vario, in cui si avvicendano percorsi rettilinei, curvi e poligonali. La scalinata così concepita si libera dall’obbligo della struttura regolare e si integra armoniosamente con lo spazio urbano. In questo modo l’osservatore, arrivando da lontano, la può cogliere prima in una visione totale, per poi ammirarne la ricchezza e la varietà degli effetti scenografici a mano a mano che si avvicina e poi durante la salita. Prova a farlo, e vedrai che sarà così anche per te.

 

CURIOSITÀ: Anche se la piazza si chiama “di Spagna”, la scalinata di Trinità dei Monti è legata soprattutto alla Francia. Fu infatti voluta e finanziata da un cardinale e diplomatico francese, ecco perché nella chiesa di Trinità dei Monti si celebrano anche Messe in francese, Villa Medici è sede dell’Accademia di Francia e sulle pietre alla base della scalinata sono scolpiti i gigli di Francia!

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su