SAN GIOVANNI IN LATERANO, PIAZZA

Durata file audio: 2.32
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

­Ciao, sono Valentina, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita di San Giovanni in Laterano.

San Giovanni in Laterano è una delle chiese più belle di Roma ed uno dei luoghi più sacri!

Benvenuto alla “cattedrale di Roma e del mondo”, come viene soprannominata la grandiosa basilica di San Giovanni in Laterano. Questa meraviglia di arte e architettura ha più di millesettecento anni: la fece erigere l’imperatore Costantino subito dopo aver emanato il famoso editto dell’anno 313 in cui concedeva libertà di culto a tutte le religioni, a cominciare da quella cristiana.

Per oltre mille anni, prima che la sede papale fosse spostata in Vaticano, San Giovanni è stata il cuore della cristianità. La basilica, il Battistero, il Palazzo papale e la Cappella del Santa Sanctorum formano un insieme di straordinario significato storico e artistico.

Tieni comunque presente che nel corso del tempo la basilica ha subito molti interventi architettonici, che le hanno fatto perdere quasi del tutto l’aspetto originario, tranne per quanto riguarda lo spazio solenne dell’interno.

La tua visita comincia dall’ampia piazza: come avrai notato, non è la facciata della chiesa ma la sua parte posteriore ad affacciarvisi, con la loggia a balconata dalla quale i papi benedicevano i fedeli dall’alto. L’immenso obelisco egiziano di granito rosso che vedi al centro della piazza ha circa 3500 anni, e con i suoi 47 metri è il più alto dei tanti obelischi della città: fu fatto trasportare da Tebe per volere dell’imperatore Costanzo II, che l‘aveva collocato nel Circo Massimo.

Ai lati della piazza puoi ammirare l’edificio con la Scala Santa, di cui ti parlerò nel prossimo file, e il prezioso, antico Battistero ottagonale, prototipo e modello di tutti gli altri battisteri paleocristiani.

 

CURIOSITÀ: Lo sapevi che le porte duecentesche del Battistero di San Giovanni sono soprannominate “porte che cantano”? Infatti aprendole emettono un suono simile a quello dell’organo! Il perché è presto svelato: ogni battente pesa quasi 800 chili, e non è fatto solo di bronzo, ma anche di argento e forse d’oro. Girando sui perni il forte attrito fa “cantare” le porte!

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su