BASILICA DEI FRARI, SACRESTIA

Durata file audio: 2.39
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

La sacrestia della Basilica dei Frari è un ambiente prezioso, dalla luce smorzata: e anche qui puoi ammirare nuovi straordinari tesori d’arte. Il primo te lo trovi subito davanti all’ingresso: è l’altare delle reliquie. In quest’opera ti consiglio di prestare attenzione sia al contenitore, questo magnifico armadio intagliato con scene della Passione di Cristo, sia ai contenuti, cioè i reliquiari e altri oggetti liturgici, che offrono una stupefacente testimonianza del gusto barocco.

In fondo a sinistra, sull’altare, ti consiglio di dedicare una lunga contemplazione al trittico, cioè al triplice dipinto che raffigura la Madonna con il Bambino tra i santi Nicola, Pietro, Marco e Benedetto. Il quadro fu dipinto verso la fine del ’400 dal sommo artista veneto Giovanni Bellini, detto Giambellino.

Il grande romanziere americano Henry James, che era rimasto deluso dall’Assunta di Tiziano, mette quest’opera al primo posto in una sua personalissima classifica della pittura, e la descrive così: “Non esiste a Venezia altra opera d’arte così perfetta… riassume in sé il genio di un pittore, l’esperienza di una vita, l’educazione di una scuola. Il quadro sembra dipinto con gemme fuse che il tempo ha purificato; è solenne quanto magnifico, semplice quanto profondo”.

Senti anche tu, quest’atmosfera di silenzio misterioso, in cui spicca lo sguardo magnetico dell’ultimo personaggio a destra, San Benedetto, dal volto di eccezionale realismo; è l’unico tra i santi a fissare negli occhi lo spettatore, che viene quasi attirato nella scena, coinvolto nella sua visione mistica, spinto a una meditazione profonda. Straordinario è anche il senso della prospettiva, che specialmente nel pannello centrale della Madonna col bambino crea un sorprendente effetto tridimensionale.

 

CURIOSITÀ: Prima di uscire dalla sacrestia, subito a sinistra della porta d’ingresso, vai a vedere un oggetto che ti stupirà: è un orologio seicentesco in legno intagliato, pieno di figure che fanno riferimento all’inesorabile scorrere del tempo. Ecco un perfetto esempio di arte barocca, nella sua volontà di sbalordire a tutti i costi per mezzo di raffinatissimi virtuosismi.

 

Finisce qui la nostra visita della Basilica dei Frari di Venezia: MyWoWo ti ringrazia e ti dà appuntamento a un'altra Meraviglia del Mondo!

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su