MUSEO CORRER, STORIA DI VENEZIA

Durata file audio: 2.46
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ed eccoti al primo piano del Museo Correr. Sei pronto a una passeggiata attraverso il tempo, nelle memorie dell’antichissima Repubblica di San Marco? Lungo un percorso ricchissimo di oggetti e opere d’arte potrai rivivere l’emozionante storia della Serenissima, i suoi simboli, la sua vita sociale e politica, i personaggi, i commerci, le navi e tutto ciò che per un millennio ne ha fatto la regina del Mediterraneo.

Ti sarà ormai familiare il Leone alato, simbolo di san Marco, protettore della città e dello Stato di Venezia. Il leone tiene sotto una zampa un libro aperto con la scritta “Pax tibi Marce, Evangelista meus”, pace a te Marco, evangelista mio.

Ti consiglio di visitare con attenzione le sale dedicate alla figura del doge, che era la massima autorità politica e rappresentava lo Stato. Oltre a dipinti, arazzi e opere d’arte che ricordano le feste a cui il doge partecipava, potrai ammirare i suoi favolosi abbigliamenti, fra cui spicca il “camauro”, lo strano copricapo a forma di corno. Quella di doge era una carica elettiva, che prevedeva un misto di sorteggi e votazioni, con un’urna e bussolotti bianchi e neri, che potrai vedere. Partendo da tutti i membri del Maggior Consiglio (circa 2000 persone), si arrivava a una selezione finale di 41 elettori. Il doge non era comunque un dittatore assoluto, con pieni poteri: c’erano due diverse magistrature create apposta per vigilare sul suo operato.

 

Adesso metti in pausa e vai alla sala dedicata alla battaglia di Lepanto.

 

Quella di Lepanto, del 1571, fu probabilmente la più importante battaglia navale mai combattuta nel Mediterraneo. Da una parte una flotta cristiana formata per più di metà da navi veneziane, dall’altra i turchi.

Questa sala ti introduce nella sezione del museo dedicata al dominio di Venezia sul mare. Vedrai ritratti di famosi ammiragli e scoprirai la storia dell’Arsenale e della famosa ingegneria navale veneziana. La produzione nautica comprendeva navi da trasporto, navi da guerra ma anche straordinarie imbarcazioni di gala, fra cui il Bucintoro, tutto intagli e dorature, a bordo del quale ogni anno il doge celebrava lo “sposalizio” simbolico tra Venezia e il mare, gettando un anello nuziale tra le onde.

 

CURIOSITÀ:  Anche l’imperatrice d’Austria Elisabetta, più conosciuta forse come Sissi, abitò a palazzo Correr per qualche mese. Per lei venne preparato un appartamento delizioso che puoi visitare.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su