PALAZZO DUCALE, Storia

Durata file audio: 2.49
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Emiliano, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto a una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita del Palazzo Ducale.

Il Palazzo Ducale è uno dei simboli più forti di Venezia!

Come vedi è in posizione perfetta, tra le acque del bacino di San Marco e l'area monumentale che sta tra la Piazzetta e il Molo. Per gli oltre mille anni di vita della Repubblica della Serenissima il Palazzo Ducale è stato il centro del potere: abitazione del doge, sede del governo, palazzo di giustizia. Troverai pochi edifici al mondo che possono rivaleggiare con questo spettacolo di arte, architettura e sfarzo.

Ti consiglio di ammirarne prima l’esterno, sui due lati, per poi passare alla visita dell’interno. Sarà come immergersi nella storia della Serenissima, la regina dei mari!

Devi sapere che il Palazzo Ducale fu fondato ben 12 secoli fa in una zona strategica: vicinissimo al mare e di fianco alla basilica del santo patrono. In origine, devi immaginartelo come un castello con alte mura difensive e quattro torri. Dopo diversi rifacimenti medievali, a metà del ‘300 fu completamente ricostruito su progetto dall’architetto e scultore Filippo Calendario: i lavori durarono circa un secolo.

In quanto edificio di rappresentanza, doveva avere sale adatte a riunioni molto numerose e una struttura imponente che però fosse anche innovativa, speciale. Nel risultato puoi riconoscere la perfetta rappresentazione dell’unicità, quasi del miracolo di Venezia: un palazzo costruito “alla rovescia”, coi loggiati più leggeri in basso e la parte più massiccia in alto.

L’esterno conserva l’aspetto tre-quattrocentesco, mentre l’interno si dovette ricostruire nella seconda metà del ’500. Infatti uno spaventoso incendio ne distrusse un'ala intera, compresa la sua sala più grande. Pensa, interi secoli di gloria andarono in fumo in una sola notte: tra essi, anche capolavori di Tiziano e di Giovanni Bellini.

Anche se Andrea Palladio, all’epoca architetto ufficiale della Repubblica, proponeva di ricostruirlo nello stile del classicismo tardo-rinascimentale, si decise invece di restaurare l’esterno del palazzo e decorare l’interno con un arredo del tutto moderno.

 

CURIOSITÀ: Per incredibile che possa sembrarti, tutto il Palazzo Ducale poggia su una specie di grande zattera di tronchi di larice, ricoperta da un basamento in pietra d’Istria. Del resto, tutti i palazzi di Venezia sono costruiti in questo modo.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su