SAN MARCO, PROCURATIE

Durata file audio: 2.18
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Se vuoi apprezzare la scenografia della piazza in tutto il suo splendore vai verso la facciata della basilica, all’altezza delle tre aste per gli stendardi (già che ci sei ammira i bellissimi basamenti in bronzo del primo Cinquecento) e voltati indietro. Da qui la piazza ti appare come uno scenario teatrale, chiusa tra edifici compatti di uguale altezza e perfettamente armonizzati, anche se in realtà, osservandoli con maggiore attenzione, puoi vedere che appartengono a epoche diverse.

Alla tua destra, il lato nord, in direzione della strada delle Mercerie, è chiuso da un palazzo lungo 150 metri e completato dalla Torre dell’Orologio, della quale ti parlerò in un file a parte. Il palazzo risale all’inizio del ‘500, e oggi è sede di uffici e negozi tra cui lo storico show room della Olivetti, un gioiello di design. È chiamato “Procuratie Vecchie” perché un tempo ospitava le residenze dei “procuratori”, cioè gli addetti alla costruzione e alla manutenzione di San Marco e le loro famiglie.

Sul lato opposto, alla tua sinistra, hai la simmetrica struttura delle Procuratie Nuove, costruite alla fine del ’500 come ideale prolungamento della vicina Libreria Marciana. I tre ordini di arcate sono come la realizzazione pratica di un trattato di architettura ispirata all’antichità classica: stile dorico al piano terreno, stile ionico al primo piano e stile corinzio al terzo.

Se le guardi con attenzione, ti accorgerai che le Procuratie non sono parallele, ma si restringono verso il fondo. Il lato corto, eretto in stile neoclassico all’inizio dell’800, è chiamato Procuratie Nuovissime o anche Ala Napoleonica.

Devi assolutamente fare una puntata in uno dei locali storici sui due lati della piazza, tra cui il più celebre ed esclusivo è il Caffè Florian, fondato all’inizio del 700 sotto le Procuratie Nuove. Tra i suoi ospiti illustri si ricordano l’avventuriero Giacomo Casanova e grandi scrittori come Goldoni, Byron, Goethe e Foscolo.

 

CURIOSITÀ: Il Caffè Florian, che insieme al Procope di Parigi è il più antico del mondo, si chiamava in origine “Alla Venezia Trionfante”. Ma siccome il primo proprietario si chiamava Floriano Francesconi, tutti i veneziani dicevano “andemo da Florian”. E così, a furor di popolo, ha cambiato nome.

 

 

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su