SAN ZANIPOLO, IL CAMPO

Durata file audio: 2.47
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

 

Ciao, sono Paolo, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto a una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita della basilica dei Santi Giovanni e Paolo.

La basilica di San Zanipolo è una delle chiese più spettacolari di Venezia!

Sei vicino a uno dei gioielli dell’architettura gotica della città. La chiesa di San Giovanni e Paolo, nota presso i veneziani con il nome di San Zanipolo, fu costruita nel ’200 dai Domenicani in questo grande campo del sestiere di Castello, in risposta all’altrettanto monumentale Santa Maria Gloriosa dei Frari eretta dai Francescani pochi anni prima. Ancora oggi puoi notare che i due grandi conventi gotici sono collocati in posizioni simmetriche, sulle sponde opposte del Canal Grande. I due ordini monastici più importanti della Chiesa erano in concorrenza per molte ragioni, e si dividevano le rispettive aree di influenza nella città. Oltre a essere la più grande chiesa della Serenissima, a san Zanipolo venivano tradizionalmente sepolti i Dogi, e perciò era considerata custode delle memorie civiche e centro dello spirito cittadino. Nelle immediate vicinanze sorgono infatti complessi assistenziali pubblici e privati che sono artisticamente pregevoli, come la Scuola Grande di san Marco e l’ospedale dei mendicanti, mentre del monumento di fronte alla chiesa, dedicato al condottiero Bartolomeo Colleoni, ti parlerò nel prossimo file. Nota il contrasto fra la chiesa e le case tutt’intorno, di dimensioni modeste e di aspetto popolare.

Per ammirare con calma l’insieme scegli una posizione panoramica, di fronte alla chiesa e con le spalle al rio. Fra l’altro devi sapere che questo era uno dei punti di vista prediletti dal grande pittore Canaletto, come testimoniano le sue opere.

A sinistra hai la Scuola Grande di San Marco, oggi ospedale civico: è uno dei migliori esempi dell’architettura veneziana del primo Rinascimento. La facciata marmorea è ricca di dettagli decorativi, con i bassorilievi, preziosi e delicatissimi, protetti da lastre di cristallo. In cima c’è la statua di San Marco, e nelle nicchie laterali quelle dei santi Giovanni e Paolo: omaggi rispettivi al Senato della Repubblica e ai Domenicani del vicino convento.

 

CURIOSITÀ: Se per caso sei a Venezia a fine giugno non perderti la regata dei Santissimi Giovanni e Paolo, in cui concorrono giovani su gondole a un remo. Parte proprio qui, dal campo di San Zanipolo, e sempre qui ha luogo la premiazione del vincitore.

 

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su