DUOMO DI VERONA, VISITA INTERNA

Durata file audio: 3.00
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Barbara, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo: il Duomo di Verona.

 

Il Duomo di Verona è un grande e magnifico edificio tutto da scoprire!

Dedicata a Santa Maria Matricolare, la cattedrale di Verona è stata consacrata nell’anno 1187, sui resti di edifici più antichi, ed è stata più volte ritoccata ed ampliata negli anni a seguire.

Visitarla è come sfogliare un libro di storia dell’architettura, dove puoi riconoscere le parti romaniche, gotiche e rinascimentali, in una suggestiva, continua sovrapposizione.

La varietà dei materiali, fra cui spicca l’uso del tipico marmo rosso delle cave dei monti vicini, produce un effetto di vivacità.

Ne è già un esempio la facciata: la parte centrale, con uno splendido portale a doppia arcata sovrapposta, è una magnifica opera romanica del XII secolo, ricca di bassorilievi. Le finestre sui lati, snelle e strette, sono gotiche, mentre la parte alta è stata aggiunta alla fine del Cinquecento.

Un altro bel portale romanico lo trovi sul fianco destro.

 

L’interno, con alte volte sorrette da pilastri, presenta l’aspetto slanciato dell’architettura gotica del ‘400.

All’inizio del ‘500 il pittore e architetto Giovanni Maria Falconetto ha dato un armonioso aspetto rinascimentale alle cappelle laterali, inquadrandole dentro finte architetture dipinte.

 

Gli altari presentano opere di diversi pittori veronesi del Quattro e Cinquecento; prestigioso è il dipinto della prima cappella destra con l’Assunzione della Madonna dipinta da Tiziano. Nella stessa cappella si trova la bella tomba rinascimentale di un vescovo, progettata e scolpita da Jacopo Sansovino.

 

In fondo a destra puoi ammirare la bella cappella Mazzanti, realizzata nel Rinascimento intorno alla tomba gotica con le reliquie di Sant’Agata.

 

In fondo alla navata centrale risalta un elemento architettonico vistoso e insolito: un recinto semicircolare a colonne, disegnato da Michele Sammicheli nel 1534, che circonda la parte più sacra della cattedrale.

 

Sul fondo, intorno all’altar maggiore, troverai affreschi su disegni di Giulio Romano.

 

Curiosità: Sul retro del Duomo si trova un alto, bianco campanile, che spicca ben riconoscibile in tutti i panorami di Verona. La parte bassa è romanica, ma la maggior parte del fusto è opera cinquecentesca di Sammicheli. La parte alta, un po’ fredda, risale invece ad un completamento del 1926.

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su