NOTTING HILL, INTRODUZIONE

Durata file audio: 2.36
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Emiliano, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita a Notting Hill.

Notting Hill è uno dei luoghi più multietnici di Londra!

Il film l’avrai visto anche tu: cast di attori in piena complicità, atmosfera ben evocata… era la commedia romantica Notting Hill, diretta nel 1998 da Roger Michell e interpretata da Julia Roberts, praticamente nel ruolo di sé stessa, e da Hugh Grant, nei panni del proprietario di una piccola libreria, timido, beneducato e squisitamente “british”.

Grazie al successo della storia, questo quartiere elegante e vivace della zona occidentale di Londra, a ridosso del centro, ha ricevuto un’iniezione di notorietà, ma non credere che questo gli abbia giovato: la presenza di negozi di lusso e la crescita dei prezzi delle abitazioni stanno cambiando radicalmente la composizione dei residenti. Le comunità etniche e gli intellettuali stanno abbandonando Notting Hill, ormai troppo costoso.

Il quartiere è un’estensione ottocentesca del centro al di là di Hyde Park e fa parte del Royal Borough, il distretto reale che corrisponde al municipio di Kensington and Chelsea. Come puoi vedere, tutta l’area ha un elegante aspetto urbanistico residenziale. La lottizzazione di Notting Hill è cominciata verso il 1830: le prime case, disposte lungo la geometria anglosassone dei crescent, le ampie strade a forma di mezzaluna, avevano quasi l’aspetto di ville in campagna, con molto verde e un garbato stile neoclassico.

Dopo questo inizio altoborghese, che puoi ancora percepire in vari punti del quartiere, Notting Hill ha conosciuto un’immigrazione crescente, e nel secolo scorso è diventato il punto di riferimento delle comunità provenienti dai Caraibi. Col tempo gli spazi verdi si sono ridotti e oggi il Royal Borough è una delle zone più densamente popolate di Londra, anzi dell’intero Regno Unito: pensa che ha quasi 200.000 abitanti! Devi anche sapere che negli anni ‘50 l’aumento dell’immigrazione ha portato a diversi scontri e tensioni che si sono fortunatamente attenuate con la nascita di un vivacissimo festival afro-caraibico.

 

CURIOSITÀ: Se sei un fan dello scrittore George Orwell, ti emozionerà sapere che abitava al numero 22 di Portobello Road. Pare che per descrivere il Ministero della Verità nel suo romanzo 1984 si sia ispirato a un enorme grattacielo della zona, dove oggi ha sede l’Università.

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su