TATE BRITAIN, Preraffaelliti

Durata file audio: 2.45
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Un importante gruppo di sale accoglie le opere del più celebre gruppo di pittori inglesi dell’800, i cosiddetti “preraffaelliti”. Espressione molto caratteristica del gusto vittoriano, con il nome del loro movimento questi artisti dichiarano di volersi ispirare alla pittura italiana “prima di Raffaello”, rifiutando quindi la modernità.

La Pre-Raphaelite Brotherhood, “confraternita dei Preraffaelliti”, viene fondata a Londra nel 1848 da un gruppo di artisti che rifiutano le regole del classicismo accademico in favore della pittura del Medioevo: amano le rievocazioni storiche o fantastiche, le atmosfere nostalgiche e rievocative, le scene piene di simboli e significati nascosti. Stilisticamente si esprimono con un disegno luminoso ed elegante, in un’ampia gamma di colori. Guardano al passato, ma non dimenticano la realtà in cui vivono: si ispirano a Shakespeare ma anche ai poeti romantici loro contemporanei; raffigurano episodi biblici ma anche scene di vita quotidiana della società vittoriana; credono nell’unicità irripetibile della creazione artistica e combattono l’appiattimento della produzione industriale. Il loro esponente più importante fu Dante Gabriele Rossetti, noto per le sue donne fatali dall’espressione languida e sensuale, spesso associate a immagini poetiche e simboliche. Nato nel 1828 da un italiano che insegnava al King’s College di Londra, Dante si dedicò con eguale passione alla pittura e alla poesia.

Qui alla Tate potrai ammirare anche due dipinti di Rossetti che fecero scandalo intitolati: L’adolescenza della Vergine e Ecce Ancilla Domini, entrambi sul tema dell’Annunciazione. Infatti l’ambientazione domestica e la ricchezza di dettagli furono considerate sconvenienti per una scena sacra. La stessa regina Vittoria li volle vedere in privato, per rendersi conto delle loro capacità provocatorie.

Dedica infine la tua attenzione alle maestose rievocazioni storiche di Sir Lawrence Alma-Tadema, massimo esponente dello stile accademico del secondo ’800. Rimarrai sedotto dall’eccezionale abilità con cui nei suoi grandi quadri ricostruisce scene di vita quotidiana di migliaia di anni fa, raffigurate con estrema chiarezza e gusto dell’aneddoto. Per questo fu amatissimo dall’alta borghesia britannica, che vedeva nello splendore del passato il riflesso della gloria del suo impero.

 

CURIOSITÀ: Alcuni preraffaelliti, in particolare Edward Burne-Jones, avevano una spiccata preferenza per le ambientazioni medievali e mitologiche. A quanto pare, dalle loro opere fu molto influenzato un giovane che diventerà uno dei romanzieri più famosi del ‘900: John Tolkien, autore della saga Il signore degli anelli.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su