CREMLINO, Cattedrale Dell'assunzione

Durata file audio: 2.43
Italiano Lingua: Italiano

La Cattedrale dell’Assunzione o della Dormizione è la più maestosa tra quelle che si affacciano sulla Piazza delle Cattedrali.

Pensa che per sei secoli è stata la chiesa più importante di tutta la Russia. Qui venivano consacrati patriarchi, metropoliti e vescovi e venivano incoronati principi, zar e imperatori.

Devi sapere inoltre che qui riposano la maggior parte dei metropoliti e dei patriarchi della Chiesa Russa Ortodossa eletti fra il 1320 e il 1700.

La costruzione attuale, eretta tra il 1475 e il 1479, si deve ad un totale rifacimento voluto dallo zar Ivan III il Grande che inizialmente affidò il compito ad architetti russi. Purtroppo, quando i lavori erano già avanzati, la costruzione crollò. Forse si trattò di un terremoto o di errori di progetto, fatto sta che lo zar preferì rivolgersi ad un più esperto architetto italiano, il veneziano Aristotele Fioravanti.

La principale indicazione data all’architetto era quella di seguire il modello della omonima cattedrale di Vladimir, ex capitale della Russia nord-orientale. Ma Fioravanti seppe modificare il progetto per renderlo ancora più imponente e maestoso introducendo particolari tipici del Rinascimento italiano.

Il risultato è lo splendido tempio in pietra bianca, con 5 absidi e tre portali che domina la piazza. Facciata e fianchi sono ripartiti in quattro sezioni verticali da pilastri decorativi e culminano in archi a tutto sesto. La sezione principale, dove spicca il portale d’ingresso, si contraddistingue per un magnifico affresco della Vergine del 1660.

Ora metti in pausa e riavvia all’interno.

 

Guarda che meraviglia gli affreschi del ‘600 restaurati il secolo scorso!

Raggiungi l’altare ed ammira la spettacolare parete decorata alta 16 metri, ricca di splendide icone. Accanto puoi ammirare una copia di una delle icone più venerate della chiesa ortodossa, la “Vergine di Vladimir” del ‘400.

Nella zona di culto dedicata a zar e zarine, spicca il “trono di Monomaco”, realizzato nel 1551 per Ivan il Terribile decorato con sculture e bassorilievi.

Pensa che, oltre alle tombe di patriarchi e metropoliti, disposte sotto la pavimentazione e lungo le pareti, qui sono conservate preziosissime reliquie tra cui le spoglie del patriarca martire Ermogene.

 

Curiosità: forse è una leggenda, ma si dice che lo zar fu talmente entusiasta del lavoro di Fioravanti che non gli dette mai più il permesso di tornare in Italia!

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su