MARINA BAY, HELIX ESPLANADE

Durata file audio: 2.27
Italiano Lingua: Italiano

L’Helix Bridge, ovvero ponte ad elica, ha una struttura che ricorda quella del DNA. È infatti formato da due eliche di tubi che si sviluppano a spirale in direzioni opposte e che si toccano l'un l'altro solo in un punto, nascosto sotto la passerella. La spirale esterna è formata da sei tubi ritorti lunghi due chilometri e mezzo, e quella interna da cinque.

Se ci fai caso noterai alcune coppie di lettere colorate C e G, A e T, che rappresentano citosina, guanina, adenina e timina, le quattro basi del DNA. Di notte vengono illuminate in rosso e verde.

L’Helix, progettato da un team di architetti e ingegneri australiani e di Singapore, è lungo 280 metri e ombreggiato da una copertura di vetro soffiato e reti d’acciaio.

Fermati in una delle quattro piattaforme ovali di osservazione situate in posizioni strategiche e che offrono squarci mozzafiato sullo skyline di Singapore.

Sull’ultima, prima di raggiungere terra a nord, potrai ammirare, sul lato occidentale, un altro edificio simbolo di Singapore: l’Esplanade, il Teatro della Baia.

L’Esplanade, progettato da due studi di architettura, i DP Architects di Singapore e Michael Wilford & Partners di Londra, consiste in due ampi teatri circolari di vetro, sormontati da un tetto a cupola rivestito da più di settemila ombrelloni di alluminio. I lavori, dal progetto all’inaugurazione, sono durati otto anni, e il doppio teatro che è stato aperto nel 2002, oggi ospita concerti e spettacoli tutto l’anno, ed è il più importante centro culturale della città.

Sul lato orientale invece noterai la Flyer, la ruota panoramica di Singapore. Salirci è il modo migliore per goderti il panorama della città e della baia.

 

Curiosità: Gli abitanti di Singapore chiamano l’Esplanade, i grandi Duri, perché le coperture ricordano la forma del Durio, un frutto tropicale molto amato nel Sud est asiatico, che è ricoperto da una corazza simile, ovvero piena di punte. Devi sapere che questo frutto, che può arrivare a pesare anche tre chili, ha un odore talmente intenso da essere considerato inavvicinabile per molti turisti e che per questo, in molti hotel ne è proibito il consumo.

Scarica gratis MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su