CATEDRAL, Introduzione

Durata file audio: 2.34
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Paolo, la tua guida personale, ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo.

Oggi ti accompagnerò nella visita della Cattedrale.

La cattedrale è uno dei luoghi più spirituali di Barcellona, il suo cuore religioso.

È dedicata alla patrona della città, santa Eulalia, e alla santa Croce, ma è anche conosciuta come La Seu, ovvero “la sede”, in quanto era  il domicilio della diocesi. Se ci sei venuto di giorno, ti consiglio di tornarci la sera, quando la sua facciata si illumina completamente, creando un bellissimo gioco di luci e ombre.

Sei sul punto più alto del Barri Gòtic, in un’area fitta di resti archeologici, e infatti in questo luogo c’era una chiesa già nella prima era cristiana, ma fu distrutta poco prima dell’anno Mille, quando gli arabi saccheggiarono Barcellona. Poi ne fu eretta un’altra in stile romanico per volontà del conte Raimondo Berengario I, salito al potere all’età di soli undici anni, e di sua moglie Almodis. Alla fine del ’200, il re Jaume II “il giusto” ordinò la costruzione di una nuova cattedrale gotica, il cui progetto fu affidato a capimastri fiamminghi. La facciata e le torri furono terminate solo alla fine dell’800 in forme neogotiche.

Il grande complesso gotico della cattedrale è circondato da una serie di palazzetti ed edifici di epoca diversa, tutti legati alla vita ecclesiastica. Perciò, prima di entrare nella chiesa ti suggerisco di fare due passi qui intorno per guardare, sempre qui in Plaça de la Seu, la trecentesca Casa del Decano e il bel cortile ad arcate della gotica Casa dell’Arcidiacono, dove oggi ha sede l’Archivio storico.

In Plaça Nova invece puoi ammirare la bella facciata barocca del vasto Palazzo Episcopale, nel cui cortile trovi i resti della costruzione medievale.

Dai un’occhiata anche alla Casa Canonica, meglio conosciuta come Casa de la Pia Almoina/Casa della pia elemosina, composta da due edifici del ‘400 e del ‘500.

 

CURIOSITÀ: Se vuoi saperne di più sulla Barcellona medievale ti suggerisco un famoso romanzo intitolato Il signore di Barcellona, che è ambientato proprio all’epoca in cui la città contava appena 2500 abitanti. Tra i personaggi ci sono anche il sovrano Raimondo Berengario e sua moglie!

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su