MUSEO THYSSEN, PITTURA MODERNA

Durata file audio: 2.48
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

 

Il percorso del Museo Thyssen ti fa scendere adesso al primo piano, dedicato alla pittura settecentesca e ottocentesca.

Cominci con le opere di Goya, passi al paesaggista tedesco romantico Caspar David Friedrich e ai francesi Delacroix e Courbet, e presto arrivi in una delle parti più affollate del museo, quella degli impressionisti parigini. La squisita Donna con l’ombrello di Renoir, l’inconfondibile Ballerina che prende l’equilibrio di Degas, la delicatissima Ragazza allo specchio della sensibile pittrice Berthe Morisot. Ti segnalo anche la raffinata, aristocratica Amazzone di Edouard Manet.

Da Van Gogh a Toulouse Lautrec, da Gauguin a Cézanne, tutti i protagonisti della pittura francese di fine ’800 sono rappresentati da opere importanti, e preparano la stagione delle avanguardie. Una straordinaria selezione di opere dei movimenti artistici tedeschi alla vigilia della Prima Guerra Mondiale ti ricorda le origini della famiglia Thyssen.

 

E adesso metti in pausa e scendi al pianterreno.

 

Al pianterreno ti ritrovi in pieno ’900, da Picasso il cui Arlecchino è tra i dipinti più riprodotti nel merchandising del museo a Klee, passando per Chagall, Magritte, Kandinskij. Cerca di non farti sbranare dall’opera surrealista di Salvador Dalì intitolata Sogno causato dal volo di un'ape intorno a una melagrana, un attimo prima del risveglio, raffigurante due tigri che balzano verso lo spettatore. Nella loro forza di denuncia, ti resteranno impresse le opere degli espressionisti tedeschi come Grosz, Schad e Dix, ma anche la presenza delle avanguardie russe è notevole.

Straordinaria e con pochissimi paragoni in Europa è la selezione di opere di maestri americani. Dalle immagini del realismo quasi cinematografico di Hopper all’espressionismo astratto di Pollock, fino agli accattivanti “prodotti” della pop-art. Se poi sei curioso di vedere che aspetto avesse il fondatore del museo, guarda il ritratto di Hans Thyssen, eseguito con grande energia da Lucian Freud.

 

CURIOSITÀ: Fra le numerose opere di pittori americani della collezione Thyssen una sorpresa è il ritratto del cuoco della Casa Bianca all’epoca del presidente George Washington. Quasi un secolo prima di Lincoln e dalla libertà dalla schiavitù, il ritratto è dedicato… a un uomo di colore!

Finisce qui la tua visita del Museo Thyssen di Madrid. MyWoWo ti ringrazia e ti dà appuntamento a un’altra Meraviglia del Mondo!

 

 

 

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su