NATIONAL GALLERY WASHINGTON, Saltimbanchi Picasso

Durata file audio: 2.24
Italiano Lingua: Italiano

La “Famiglia di Saltimbanchi”, dipinta nel 1905, quando Pablo Picasso aveva appena 24 anni, è uno dei quadri più importanti e conosciuti del pittore spagnolo risalenti al periodo rosa della sua carriera.

 

Nel 1901, un anno dopo il suo arrivo a Parigi, condizionato da un grave lutto, Pablo Picasso aveva cominciato a dipingere con colori freddi, soggetti tristi, a volte drammatici, ancora influenzato dalla pittura di El Greco: qui alla National Gallery puoi vedere due tele di quel periodo, detto il periodo blu: “La Buongustaia”, e “la Tragedia”.

 

Dopo il 1904 però Picasso riprese a dipingere usando le tonalità calde e delicate, ritraendo soggetti meno cupi. La famiglia di Saltimbanchi, ispirata agli artisti del circo Medrano che Picasso visitava spesso con gli amici parigini, è la prima opera del periodo rosa, tanto che Picasso aveva iniziato a realizzarla con toni azzurri per poi invece modificare la posizione delle figure e le tinte, come è rivelato da indagini a raggi x della tela.

 

Il gruppo di acrobati non esprime tristezza, i volti sono sereni, altrettanto il contrasto e la luminosità dei colori accentuati dalla notevole dimensione del quadro. Eppure la mancanza di uno sfondo identificabile, la collocazione nel vuoto, non possono che non rimandare alla solitudine del gruppo e dell’artista in genere. Tanto che si è pensato che Picasso volesse ritrarre la sua cerchia di artisti parigina.

"I due giovani" e "Giocoliere con natura morta”, che trovi qui alla National Gallery appartengono anch'essi al periodo rosa.

 

I colori caldi sono protagonisti anche del terzo periodo della pittura di Picasso, quello africano, influenzato da Gauguin, e che lo portò attraverso il contatto con l’arte tribale al cubismo e a molti dei suoi più celebri capolavori. Al cubismo appartengono le opere intitolate “Natura morta”, “Bicchiere sul tavolo” e “Nudo di donna” che puoi vedere qui.

 

Curiosità: L’11 maggio 2015 l’opera intitolata “Donne di Algeri” di Picasso ha battuto il record per il più caro dipinto mai venduto al mondo essendo stato acquistato a New York per oltre 179 milioni di dollari.  

 

Finisce qui la nostra visita della National Gallery: MyWoWo ti ringrazia e ti dà appuntamento ad un'altra Meraviglia del Mondo!”

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su