VIETNAM MEMORIAL, PRESENTAZIONE

Durata file audio: 2.20
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Mario, la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo, il Vietnam Memorial.

 

Il monumento dedicato ai caduti nella guerra del Vietnam si distingue dagli altri lungo la National Mall per delicatezza e semplicità. Infatti, come puoi vedere, non lo si nota neppure da lontano. Si presenta solo come una ferita nel terreno a sottolineare un dolore comune all’intera nazione.

 

Il progetto è dell’architetto di origine cinese Maya Lin, che ha vinto il concorso per realizzarlo appena ventunenne, ed è stato inaugurato il 13 novembre 1982. Ora è considerato una delle dieci opere di architettura contemporanea più importanti degli Stati Uniti.

Come puoi notare, il memoriale è costituito da due semplici pareti triangolari di circa 75 metri in gabbro nero, una roccia vulcanica, lucidata a specchio. Una parte è rivolta verso il Monumento di Washington e l’altra verso il Lincoln Memorial. Ogni parete è divisa in 72 pannelli, 2 piccoli vuoti, alle estremità, e gli altri settanta con incisi i nomi dei soldati americani vittime del conflitto. I 58.318 nomi sono elencati in ordine temporale, senza alcuna distinzione di grado o età, da est a ovest, dal primo caduto nel 1959 all’ultimo del 1975. Se ci fai caso noterai che alcuni nomi hanno accanto un diamante e altri una croce, i primi sono i morti in battaglia, i secondi i dispersi. 

 

A poca distanza, sulla destra, puoi vedere la Statua dei Tre Soldati, uno di origine europea, l’altro africana e un terzo latina, a rappresentare la multi etnicità dell’esercito americano, rivolti verso il memoriale come per omaggiare i nomi sulle pareti. In realtà la statua fu commissionata per essere posta al vertice dell’opera di Maya Lin, considerata poco celebrativa, ma l’architetto si oppose.

 

Ti saluto con una curiosità: ti potrebbe capitare di assistere a qualcuno che appoggia un pezzo di carta su un nome di una parete e poi lo ricalca passandoci sopra con una matita. È un familiare del caduto, che vuole portare con sé un ricordo del suo pellegrinaggio al monumento dedicato al proprio caro.

 

 

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su