SANTA MARIA MAGGIORE, PIAZZA

Durata file audio: 2.30
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Paola la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una delle meraviglie del mondo, la basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo.

Sei in Piazza Duomo, già cuore della città fin dall’epoca romana, carica di storia e di straordinari monumenti, dove, oltre al Duomo, con la bianca facciata realizzata nell’Ottocento, si affacciano anche il retro dell’antico Palazzo della Ragione e un lato della grandiosa basilica in pietra di Santa Maria Maggiore. La decoratissima facciata a destra dell’ingresso della chiesa invece, è la Cappella Colleoni, gioiello dell’architettura rinascimentale.

Prima di visitare Santa Maria Maggiore, ti consiglio di soffermarti presso il Battistero che si trova a destra dell’ingresso, protetto da una cancellata in ferro battuto.  È un prezioso edificio a otto lati di gusto gotico, ingentilito da una piccola loggia di colonnine di marmo. Non è nato per essere un edificio autonomo: fu realizzato nel 1340 all’interno della Chiesa di Santa Maria Maggiore, che un tempo era la Cattedrale. Era all’epoca una sontuosa loggia in marmi bianchi e rossi a protezione del fonte battesimale.

Fu scomposto e ricostruito qui, sulla piazza, alla fine dell’ottocento.

 

Devi ricordare che nell’architettura sacra tutto ha un significato. Il Battistero, da cui si attinge la nuova vita col battesimo, è basato sul numero otto: otto lati, otto spigoli, otto statue che in forme femminili rappresentano le Virtù cristiane come la Fede, la Speranza, la Carità. Inoltre nella prima età cristiana l’otto era segno della nuova vita.

 

Curiosità: a sinistra del portale di Santa Maria Maggiore trovi alcune barre di ferro affisse alla parete di diverse lunghezze. A cosa potevano servire? Devi sapere che nel Medioevo non esisteva una sola unità di misura, come oggi il metro, valido per tutti: ogni città aveva le proprie. Come faceva un tessitore o un muratore a calcolare la misura esatta? Qui, sono indicate le lunghezze che valevano per la città di Bergamo. Chi comprava ad esempio una stoffa e aveva timore di essere ingannato poteva andare a controllare in piazza Duomo!

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su