PORTO, VISITA BACINO ORIENTALE

Durata file audio: 2.45
Italiano Lingua: Italiano

L’Oosterdok, cioè il bacino orientale, è stato realizzato nel 1832 grazie alla costruzione del canale Ij, per regolarizzare gli effetti delle maree. La riva dedicata al principe Enrico, parzialmente tenuta a giardino, è dominata dalla stravagante Casa della Navigazione, edificio costruito nel 1911 come sede di uffici. La forma ricorda la prua di una nave e le decorazioni alludono simbolicamente alle glorie della marina olandese. Tra le sculture si nota il ritratto di Peter Stuyvesant, ultimo governatore olandese della Nuova Amsterdam, l’attuale New York, che venne venduta agli inglesi nel 1674.

Non lontano, lungo il bel canale Oude Schans, sporge la Montelbaanstoren, torre di mattoni cinquecentesca con coronamento barocco, sorta come protezione del porto.

Tra gli edifici della riva, sul lato dell’acqua, spicca la moderna, luccicante struttura, in vetro e alluminio, chiamata Arcam, sede del centro di architettura di Amsterdam. Dispone di spazi per esposizioni temporanee, di una libreria specializzata e di un centro di informazioni sull’architettura moderna della città.

L’edificio rivestito in metallo verde che vedi proprio di fronte è il Nemo Science Center, diventato uno dei riferimenti inconfondibili dello skyline di Amsterdam. Progettato nel 1997 dall’architetto italiano Renzo Piano, in corrispondenza del tunnel stradale sotto il canale Ij e accessibile grazie a una passerella pedonale, ricorda nella sagoma lo scafo di un bastimento che sta affondando, tanto da essere soprannominato “Titanic”.

L’interno è organizzato come un parco scientifico, in cui si può assistere a esperimenti e dimostrazioni di diverso genere. Splendido è il panorama che si gode dalla terrazza che si affaccia sul porto.

All’estremità del bacino vedi il grande magazzino dell’ammiragliato, risalente al 1656, che ospita l’importante Museo Marittimo Nazionale di Amsterdam, amatissimo dai bambini. Eccezionale raccolta di cimeli, memorie, modelli di navi commerciali e da guerra, racconta in modo coinvolgente, con tecnologie multimediali, la storia delle conquiste navali olandesi. Di grande fascino è la raccolta di atlanti, globi e strumenti scientifici.

 

Curiosità: attraccata davanti al museo marittimo, puoi ammirare la Amsterdam, la stupenda replica di un galeone della Compagnia delle Indie Orientali sulla quale puoi salire per constatare di persona come si viveva su una grande nave seicentesca. L’originale sfortunatamente colò a picco dopo soli 18 giorni di navigazione!

 

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su