LYKAVITOS, PRESENTAZIONE

Durata file audio: 2.23
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Tatiana la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto a una delle meraviglie del mondo: il Monte Lykavitos, meta di innumerevoli turisti, da dove godrai una vista assolutamente unica su Atene e sul golfo del Pireo.

Cosa c’è di meglio che poter vedere tutto quanto hai visitato o visiterai da vicino, da un punto di vista unico come questo? Dal monte Lykavitos non puoi che restare estasiato dalla spettacolare vista su tutta Atene.

Anche se non disdegni di camminare, ti consiglio di prendere la funicolare, il caratteristico trenino in ripidissima salita, tanto dovrai comunque percorrere l’ultimo tratto a piedi.

Non si tratta di una grande salita, in quanto la cima del Lykavitos si trova a 272 metri sul livello del mare, ma è quanto basta per essere nel punto più alto dell’area e godere di una vista a 360 gradi, addirittura superiore a quella dell’Acropoli, che anzi si trova più bassa. Le più memorabili foto panoramiche si fanno proprio da qui.

Puoi facilmente riconoscere Piazza Syntagma, col grande palazzo, l’oasi del Giardino Nazionale, da cui spuntano i tetti dello Zappion, le orgogliose colonne del gigantesco tempio di Zeus Olimpio e la inconfondibile sagoma dello Stadio Panathinaiko immerso nella luce dorata.

E, se la giornata è limpida, assaporerai l’incanto del sole sul mare Egeo, con la vista dell’isola di Salamina, dove i Greci sconfissero i Persiani in un’epica battaglia navale liberando la città dall’assedio, e quella di Egina, che ti consiglio di visitare per vedere il celebre tempio di Afaia.

Sulla collina trovi anche il Santuario di San Giorgio, disposto in una conca tra le rocce, ed il Teatro all’aperto del Lykavitos, con circa 3000 posti. Se hai l’occasione, non perderti la rappresentazione di un’opera classica: da qui ti sembrerà di avere come palcoscenico l’intera storia della Grecia.

 

Ti saluto con una curiosità: Il nome Lykavitos lo si trova in molte leggende e si racconta, ad esempio, che un tempo qui si rifugiassero i lupi, in greco detti Lycos, da cui probabilmente è derivato il nome della collina.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su