SAN TERENZO - LERICI, INTRODUZIONE

Durata file audio: 2.41
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Alessandro, la tua guida personale ed insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto a una delle meraviglie del mondo, Lerici, con la sua frazione San Terenzo.

Partiamo da San Terenzo dove ti segnalo l’antica fortezza costruita dagli abitanti dell’antico borgo medievale intorno al 1400 per difendersi dai pirati Turchi. È arroccata su un piccolo promontorio, dal quale si gode anche uno splendido panorama e la si raggiunge tramite una breve scalinata.

Camminando invece sul lungomare in direzione di Lerici vedrai villa Magni, che è stata la casa dove hanno soggiornato nel 1822, Percy Shelley, con la moglie Mary, la nota autrice del Mostro di Frankenstein, e Lord Byron. La riconosci grazie ad una struttura molto semplice con un porticato a sei arcate, che una volta dava direttamente sul mare.

Continua a piedi sino a Lerici per goderti la passeggiata lungo il mare, e magari fermati in una delle numerose spiagge, se il clima lo consente.

 

Ora metti in pausa e riavvia quando sei a Lerici.

 

Il centro storico di Lerici si affaccia quasi interamente sul mare. Concediti di esplorarne i vicoli passeggiando sotti i bassi portici medievali, per ritrovare l’atmosfera di un antico borgo di pescatori e soprattutto guerrieri.

Lerici, sorta in periodo etrusco, già da epoca romana era infatti un importante punto strategico e difensivo, protagonista di numerose battaglie navali. Lo testimonia l’imponente Castello, che merita una visita.

Costruito intorno al 1200 e successivamente ampliato dai genovesi e dai pisani, che se lo contesero per alcuni anni, il Castello nonostante vari rimaneggiamenti e ampliamenti, mantiene una struttura unitaria ed è molto ben conservato. Al suo interno trovi una Cappella gotica, vari saloni, un forno e le antiche postazioni di combattimento. 166 gradini ti conducono sino alla torre da dove si gode un magnifico panorama del golfo di Lerici e su Portovenere e le tre isole che chiudono il Golfo dei Poeti: Palmaria, Tino e Tinetto.

 

Ti saluto con una curiosità: Purtroppo il poeta Shelley morì proprio qui mentre era in vacanza a seguito di un naufragio mentre tornava in barca da Livorno l’8 luglio del 1822.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su