CHIESA DI SAN FRANCESCA DI PAOLA

Durata file audio: 2.41
Autore: STEFANO ZUFFI E DAVIDE TORTORELLA
Italiano Lingua: Italiano

Dopo la caduta di Napoleone, tornarono al potere i Borbone e la piazza cambiò carattere. Il re Ferdinando IV le restituì un carattere religioso facendo erigere la chiesa di San Francesco di Paola, ispirata al Pantheon di Agrippa a Roma, preceduta da un portico semicircolare intorno al sagrato. E così, nel 1846, fu solennemente inaugurata di nuovo con il nome di “piazza Ferdinandea” o “di San Francesco di Paola”, in onore al santo che secondo il re aveva propiziato il suo ritorno al trono.

Se entri nella chiesa puoi constatare che anche l’interno è ispirato al Pantheon, con il vasto vano unico circolare, la cupola con le nicchie quadrate dette “cassettoni” e la grande finestra tonda in alto. Ti suggerisco di ammirare il bel pavimento a marmi colorati, le decorazioni ottocentesche, e opere d’arte e arredi che provengono da chiese demolite o modificate nei secoli precedenti.

In particolare ti segnalo l’altare maggiore, realizzato a metà del ‘700 in porfido, con intarsi di pietre storiche preziose dal nome agata e lapislazzuli.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su