STEDELIJK MUSEUM, PRESENTAZIONE

Durata file audio: 2.54
Italiano Lingua: Italiano

Ciao, sono Barbara, la tua guida personale e insieme a MyWoWo ti diamo il benvenuto ad una meraviglia del mondo, lo Stedelijk Museum.

Lo Stedelijk Museum, o “museo civico”, ti offre una delle più importanti raccolte d’arte dell’800 e ‘900 Europeo.

Meta imprescindibile per gli appassionati di arte moderna, lo Stedelijk è ospitato in un edificio molto particolare. La struttura originaria, costruita alla fine dell’Ottocento in stile neo-rinascimentale, è affiancata ad un vasto complesso moderno progettato dallo studio Benthem Crouwel e aperto al pubblico nel 2012 dopo otto anni di lavori. Il netto contrasto tra le due strutture non ti lascerà certamente indifferente. 

L’ampliamento ha consentito di offrire al pubblico molti nuovi servizi: un ristorante sulla terrazza, un vasto bookshop, spazi per esposizioni temporanee e un’intera ala dedicata agli sviluppi del design.

Le collezioni del museo sono talmente vaste che, nonostante i nuovi spazi a disposizione, le opere vengono esposte necessariamente secondo criteri di rotazione e l’allestimento cambia costantemente.

Nel museo potrai ammirare un consistente gruppo di opere delle avanguardie storiche del primo Novecento, fra cui emergono le correnti dell’espressionismo tedesco ed importanti dipinti di Picasso, Chagall e Kandinskij.

Ancora più importante, tanto da poter essere considerata il vero cuore del museo, è l’attenzione dedicata alla nascita e ai primi sviluppi dell’astrattismo, in particolare intorno alla figura di Piet Mondrian e di altri artisti olandesi raccolti nel gruppo “de Stijl”.

Altre opere interessanti sono riconducibili al cosiddetto “gruppo CO.BR.A”, movimento del secondo dopoguerra, dal nome un po’ inquietante: si tratta semplicemente delle iniziali delle città di Copenaghen, Bruxelles e Amsterdam, da cui provenivano gli artisti, tra cui Karel Appel, autore di un grande murale. Le collezioni ti offrono anche una componente nordamericana, con “l’action painting” di Pollock e con i maestri della pop-art, molto ben rappresentati. Seguono sale dedicate all’informale, alla fotografia, alla video-art e alle installazioni di grandi dimensioni.

 

Ti saluto con una curiosità: Durante la lunga chiusura al pubblico per i lavori di ristrutturazione, le opere principali del museo sono state esposte presso la sede dell’ex ufficio postale della Stazione Centrale. Una soluzione del tutto provvisoria; infatti, con la riapertura del museo, l’edificio rimasto vuoto, è stato distrutto.

Scarica MyWoWo! La Travel App che ti racconta le meraviglie del mondo!

Condividi su